Fun home - Lesbica da tenere d'occhio

30 dicembre 2011

Io capisco che una graphic novel funziona perfettamente quando mi domando perché l'autore non ha scritto un romanzo vero.

Del miglior romanzo, tutta la profondità dei personaggi e l'esattezza delle situazioni, c'è tutto, passa tutto (e paradossalmente, a dispetto della mia reazione istintiva, passa proprio atraverso i disegni), eppure è più rapido ed essenziale.

In nessun punto è meno evocativo, anzi, in nessun punto fa desiderare altro da sé, il mio è uno strano e sciocco attardato pregiudizio, incomprensibile in una persona che è venuta su proprio a fumetti (della Marvel, in specifico, per poi passare al meglio del fumetto d'arte italiano e internazionale: Mattotti, Igort, Moebius, Bilal ecc.). Però mi è successa la medesima cosa con Maus, poi con il 5 di Igort, poi con questo.


Graficamente, non è questo segno che mi colpisce, eppure mi rendo conto del fatto che serve splendidamente al memoir di cui non è l'illustrazione delle didascalie (ben scritte, anche se forse non tanto ben tradotte) ma parte integrante.

Il fumetto è questo, immagini e testo.


Già Mattotti, con la sua assoluta prevalenza delle immagini è più pittura che fumetto. Alison Bechdel, come Art Spiegelman, sceglie un tratto non proprio sorprendente, qualcosa che ricorda Doonesbury nel taglio malinconico degli occhi di tutti i protagonisti, e una impaginazione addirittura monotona, ma prodigiosamente efficace.

Non meno profondo e sottile di un Franzen, si legge d'un fiato, e come dice il Caulfield ti piacerebbe essere un amico dell'autrice e poterla chiamare al telefono tutte le volte che ti gira.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Altre recensioni per Fun Home

titoloautorevotodata
Fun Home. Quando il fumetto gay ha lo spessore di un romanzoGiovanni Dall'Orto
27/05/2008
Fun HomeMassimo Basili
18/02/2009
Fun HomeGallucci Pier Luigi22/03/2008

Potrebbe interessarti anche…

autoretitologenereanno
Alison BechdelDykesdrammatico2009
Alison BechdelSei tu mia madre? - Un'opera buffadrammatico2012

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

  2. 4

    Lenny (film, 1974)

    di

  3. 8

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  4. 10

    Accendimi di desiderio (libro, 2004)

    di Vari