Troppo bello per essere vero [1991]. Un falsario gay a Roma

18 agosto 2004

Autobiografia assolutamente deliziosa d'un grande falsario inglese (1934-1996), che non tace sulla propria omosessualità e sulle sue relazioni con uomini.

Il fascino del libro (che si divora tutto d'un fiato nonostante le 387 pagine) sta nel divertimento che Hebborn prova (e comunica al lettore) nel descrivere come, per decenni, sia riuscito ad ingannare critici d'arte ed esperti spacciando fiumi di opere d'arte false.

Lui però sostiene di non aver mai "falsificato" nulla: si limitava a proporre i suoi disegni "nello stile di...", privi d'attribuzione, ai mercanti ed agli esperti, ed erano poi a loro a "riconoscere" e "certificare" la mano di un altro artista. E a volte, dopo esser state vendute, le sue opere "sviluppavano", grazie all'acquirente, firme che lui s'era ben guardato dal mettere.

La descrizione fatta da Hebborn della fabbrica dei falsi e della rete di complicità che ne permette lo smercio, è assolutamente affascinante. I ragionamenti che fa sul concetto di "vero" e "falso", la sua difesa dell'arte figurativa (oggi disprezzata, a meno che non sia antica) è convincente, i termini della sua sfida, se non onesti, sono almeno divertenti. Il libro merita comunque la lettura per questi racconti, oltre tutti fatti con stile vivido e scanzonato.

Oltre a ciò Hebborn ha vissuto in Italia gran parte della sua vita (e a Roma fu assassinato da ignoti, nel 1996), prima come studente e poi come mercante d'arte e antiquario, e in Italia è morto (il suo problema con l'alcol, di cui parla senza imbarazzo, gli è stato fatale). Descrive quindi un'Italia che in parte non esiste più, con uno sguardo e un'ottica decisamente non convenzionali.

Infine, Hebborn introduce con garbo gli uomini che ha amato, prima specificando chiaramente che rapporto ci fosse fra loro e lui, e poi facendoli apparire accanto a sé senza più insistere sul loro rapporto, che è (giustamente) dato per scontato come la cosa più ovvia del mondo, che non merita ulteriori discorsi.

Per scendere nei dettagli:

  • alle pp. 27-31 Hebborn racconta i suoi primi amori di riformatorio (no, non fu un ragazzo modello) e a p. 65 l'innamoramento per il sedicenne Stan,
  • a p. 101 introduce Graham Smith, il suo partner per 14 anni (fra le tavole c'è un suo bel ritratto, tav. 24),
  • alle pp. 108-109 è introdotto il pittore Spencer Churchill, che sta in coppia con un bellissimo lottatore John Minton, (e che lo accompagna a bere in un bar gay);
  • a p. 180 accenna alle avances fatte in Italia a chi facesse l'autostop;
  • alle pp. 194-195 descrive il suo incontro a Venezia con David, bisessuale, che lo abborda (e lo presenta a Peggy Guggenheim);
  • alle pp. 202-204 descrive un suo amico omosessuale greco, Stavros, e il proprio amore per un ragazzo italiano, Gianni, nel periodo in cui era studente d'arte a Roma;
  • a p. 212 racconta della sua conoscenza di sir Anthony Blunt (1907-1983), la celebre spia, anch'egli omosessuale;
  • a p. 279 racconta dei primi segni di crisi nella sua relazione con Graham, che vive e lavora con lui a Roma (siamo nel 1968);
  • alle pp. 290-291 la fine della relazione arriva (sempre nel 1968) e Hebborn inizia una nuova storia con un ragazzo orientale, Edgar (vedi tav. 84);
  • a p. 321 presenta una coppia di mercanti d'arte, gay; infine a p. 339 spiega un po' indiscretamente che il bel ritratto di "Peter" (tav. 86) gli fu commissionato da tre "clienti" del giovane.
La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

nomeprofessioneautoreanni
Hendrik AndersenscultoreVari1872 - 1940
Vinicio DiamantiattoreVari1926 - 2009
Vincenzo Galdifotografo, galleristaGiovanni Dall'Orto1871 - 1961
Wilhelm von PlüschowfotografoGiovanni Dall'Orto1852 - 1930
autoretitologenereanno
William Bondi, Valerio RontiniAno santo, L'erotico2000
Sabas MartínDentroerotico2010
Antonio MontanaroEphebuserotico2011
Gengoroh TagameVirtusmanga2011
Eva VillaAyakurashōnen'ai2000
titoloautoredata
Cancellare le distanze
Intervista ad Antonio Veneziani su "Cronista della solitudine"
Vari03/01/2013
Lezioni d'amore
Intervista a Sandro Campani e Daniele Coppi
Massimo Basili13/10/2012
Nata due volte
Intervista a Giò Stajano
Gabriele Strazio22/10/2008
Roma com'era
Intervista a Vinicio Diamanti
Andrea Pini18/01/2008
autoretitologenereanno
AA.VV.100 libri da salvarebibliografia1996
AA.VV.Among womenmiscellanea2002
AA.VV.Belli & perversiracconti1987
AA.VV.Bloody Europe!racconti2004
AA.VV.Cronisti raccontano la cronaca, Idocumenti2007
AA.VV.Gay rootsmiscellanea1991
AA.VV.Guida agli archivi lesbiciguida1991
AA.VV.Transessualismo, Ilmiscellanea1997
AA.VV.Vita e cultura gaydocumenti2007
AA.VV., Marina Formica, Alberto PostigliolaDiversità e minoranze nel Settecentomiscellanea2006
Tutti i risultati (161 libri) »
titoloautoredata
Lo scandalo di Cleveland Street (1889)Giovanni Dall'Orto09/10/2012
World Pride Roma 2000
Una brevissima storia di un trionfo.
Giovanni Dall'Orto11/04/2012
World Pride. Il vizietto del Vaticano. Una riflessioneGianni Rossi Barilli03/04/2004
titoloanno
London Spy2015

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Isabella (fumetto, 1966)

    di

  2. 4

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  3. 5

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  4. 6

  5. 7

  6. 8

    Altri libertini (libro, 1980)

    di