Pantaloni d'oro, I

15 febbraio 2005

Discesa nella Torino omosessuale (notturna e diurna), con acclusa galleria di personaggi gay (dal nobiluomo al prostituto).

Il romanzo vorrebbe essere un esame ironico del mondo delle "sirene" (il richiamo alle Signore sirene di Giò Stajano, all'epoca, era evidente), e sceglie a questo scopo i toni del grottesco, anche un po' surreale.

Purtroppo però, secondo il mio parere, fra tutte le opere di Bona questa è la meno riuscita, perché qui viene meno quella misura e quel garbo nel porgere che altrove riesce invece a rendere interessanti, e talora anche credibili, scelte personali a volte discutibili.


Il problema, in questo caso, è che laddove il gioco avrebbe dovuto essere condotto con mano leggera, l'autore usa invece la mano pesante, non riuscendo ad occultare il fatto di provare scarsa simpatia per i suoi personaggi omosessuali. Ai quali sono palesemente preferite le figure di proletari eterosessuali molto virili... soprattutto se ben disposti a concedersi, anche se non necessariamente gratis. E quando questi ultimi vessano gli omosessuali, è ahimè palese a chi vadano le simpatie dell'autore: a loro, non alle vittime.

Le sirene appaiono quindi qui o come esseri masochistici, desiderosi d'essere rapinati, violentati e uccisi dai maschiacci e soldatacci di cui sopra, oppure come decadenti aristocratici ricchi e snervati, spleenetici al punto da non trovare di meglio da fare che suicidarsi all'Opera.

Il ritratto complessivo della realtà gay che ne esce è insomma sconsolante, e quella che doveva nelle intenzioni dell'autore essere una satira, finisce per essere uno schiaffo in viso.

Nonostante questo limite, l'opera avrebbe potuto salvarsi, dato che Bona scrive bene (le sue poesie sono particolarmente belle, e spiccano per originalità nel panorama gay italiano del dopoguerra), se qui non ci si fosse messo di mezzo pure un io narrante, che accresce il fastidio del lettore gay con un atteggiamento egocentrico (con punte narcisistiche, nonché pedanti), che non credo possa risultare simpatico a tutti...

Insomma, anche se questo romanzo non riesce a macchiare il valore dell'arte poetica di Bona, di sicuro non le aggiunge assolutamente nulla.

Da leggere solo per zelo, e portando pazienza per certi ritrattini di gay al limite della calunnia.


Nota: un saggio monografico sulle opere a tema omosessuale di Bona appare ne L'eroe negato di Francesco Gnerre, alle pp. 321-335.

La riproduzione di questo testo è vietata senza la previa approvazione dell'autore.

Potrebbe interessarti anche…

nomeprofessioneautoreanni
Don Giovanni BoscoreligiosoGiovanni Dall'Orto1815 - 1888
autoretitologenereanno
AA.VV.Frammentishōnen'ai2003
AA.VV.Gocceshōnen'ai2002
Barbara Apostolico, Claudia LombardiCaim 4shōnen'ai2004
Francesca Bonifacio, Lucia Piera De PaolaSynapsysshōnen'ai2013
Copi (pseud. Raul Damonte-Taborda)Fantastico mondo dei gay, Ilcomico1987
Gaspare De Fiore, Santi D'AmicoDe Sadeerotico1971
Enzo Di LauroSol 4015fantascienza2011
Giuseppe FaddaHappy gayscomico1994
Roy (pseud.) KlangDick mastererotico2003
Kazuma KodakaKizuna 2shōnen'ai2001
Tutti i risultati (29 fumetti) »
titoloautoredata
L'impero degli orsi
Intervista a Gengoroh Tagame
Massimo Basili18/06/2010
autoretitologenereanno
AA. VV.Sexual encounters / sexual collisions:bibliografia2007
AA.VV.Alien sexracconti2003
AA.VV.Leatherfolksaggio1991
AA.VV.Men on Men 2racconti2003
AA.VV.Secolo gay, Ilmiscellanea2006
AA.VV., Poul Anderson, Samuel Delany, Philip José FarmerDangerous visionsracconti1991
AA.VV., Edward Bryant, Bruce McAllister, Connie WillisFantasexracconti1998
AA.VV., Samuel Delany, Philip José FarmerPremi Hugo 1955-1975, Iracconti1978
AHEADCombattere l'omofobiasaggio2011
Jonathan Anderson, Edwin LowAthlete / Warriorfotografia2005
Tutti i risultati (160 libri) »
titoloautoredata
Riapre il sipario sul Torino GLBT Festival
Un punto di riferimento per la cultura queer
Alessandro Rizzo26/04/2011
titoloartistaanno
EroticaMadonna, Naomi Campbell, Isabella Rossellini, Tony Ward1992
Point GGael, Gael Hausmann2010
RelaxHollie Johnson, Paul Rutherford1983
TeethRust Slovenec2008
VogueMadonna, Niki Haris, Donna DeLory1990

Le recensioni più lette di questi giorni

  1. 1

    Relax (videoclip, 1983)

    di

  2. 4

  3. 5

    What/If (serie tv, 2019)

    di

  4. 7

  5. 8

    Sukia (fumetto, 1978)

    di

  6. 9

    Altri libertini (libro, 1980)

    di